Cosa sono le Convenzioni ILO

Quando si discute di sostenibilità e benessere in azienda, tra gli imprenditori, i consulenti e le realtà produttive italiane ricorre spesso l’acronimo ILO, con le sue convenzioni collegate, spesso senza sapere esattamente a cosa fa riferimento la sigla o come si articola il bouquet di convenzione legate a essa. Ecco un breve vademecum orientativo.

Di cosa parliamo quando diciamo Convenzione ILO

ILO sta per International Labour Organization, cioè Organizzazione internazionale del lavoro: è un’agenzia che ha come obiettivo il perseguimento della giustizia sociale e il riconoscimento dei diritti umani in ambito lavorativo, ovunque nel mondo.

Fondata nel 1919 a seguito del trattato di Versailles che decretò la fine della Prima guerra mondiale, dal 1946 l’associazione è assoggettata alle Nazioni Unite: oggi vi aderiscono 181 Stati, che regolarmente si riuniscono nella sede centrale di Ginevra per discutere l’evoluzione e le problematiche del mercato del lavoro. Oltre ai rappresentanti delle nazioni iscritte, partecipano a ILO anche i rappresentanti dei sindacati dei lavoratori e dei datori di lavoro.

Cosa trattano le Convenzioni ILO

I principi su cui si basa ILO sono semplici ma fondativi di una visione progressista, democratica e proattiva del lavoro, inteso come attività cruciale per lo sviluppo della società, per il benessere economico e sociale dell’individuo, che in esso può realizzarsi senza esserne danneggiato, sfruttato, annichilito.

  • Il lavoro non è una merce
  • La libertà di espressione e associazione è irrinunciabile
  • La povertà è una minaccia per la prosperità individuale e collettiva
  • Ognuno ha diritto a perseguire il proprio benessere materiale e il proprio sviluppo spirituale in libertà e dignità, sicurezza economica e pari opportunità

Attorno a questi concetti si sviluppa l’attività dell’organizzazione, che ha per obiettivi la promozione e la supervisione dell’applicazione dei diritti fondamentali del lavoro, lo sviluppo dell’occupazione e la creazione delle condizioni per cui ognuno possa godere di pari opportunità, reddito dignitoso, protezione sociale.

Le Convenzioni ILO fondamentali

Linea temporale delle convenzioni ILO fondamentali

Per aiutare concretamente il progresso in ambito lavorativo, ILO ha stilato delle convenzioni specifiche, che trattano alcuni aspetti fondamentali dando linee guida chiare e puntuali, cui gli Stati aderenti devono adeguarsi.

  • Convenzione ILO n.29 del 1930, sul lavoro forzato: ne richiede l’eliminazione in tutte le sue forme, con l’eccezione del servizio militare, del lavoro penitenziario adeguatamente sorvegliato, dei casi di guerra, terremoto, incendi e simili.
  • Convenzione ILO n.87 del 1948, sulla libertà di associazione e la protezione del diritto sindacale: che appartiene a tutti i lavoratori e non deve subire pressioni né ingerenze da parte dell’autorità pubblica.
  • Convenzione ILO n.100 del 1951, sull'eguaglianza di retribuzione: che non può essere minata da alcuna distinzione tra sessi.
  • Convenzione ILO n.111 del 1958, sulle discriminazioni (impiego e occupazione): che prevede la formulazione di una politica nazionale atta a eliminare le discriminazioni per razza, sesso, religione, convinzioni politiche, origine sociale o discendenza nazionale, con pari trattamento per ciascuno.
  • Convenzione ILO n.182 del 1999, sulle peggiori forme di lavoro minorile: che richiede l’adozione di misure immediate ed efficaci per proibire ed eliminare le forme peggiori di lavoro minorile, che comprendono la schiavitù, lo sfruttamento della prostituzione, il reclutamento nei conflitti armati.

Questi sono solo alcuni interventi importanti fatti da ILO durante la sua storia. L’organizzazione continua a lavorare per regolamentare il lavoro a livello internazionale.

La ratifica delle Convenzioni ILO

Dal 1919, in dialogo con governi, imprenditori e parti sociali degli Stati membri, ILO ha scritto centinaia di convenzioni che hanno dato vita a un sistema di norme e raccomandazioni internazionali relative a molteplici aspetti del lavoro.

Ogni convenzione è sottoposta alla ratifica delle nazioni aderenti all’organizzazione e le sue raccomandazioni sono strumenti non vincolanti che tracciano le direttive per orientare politiche e attività nazionali. Una volta ratificata, l’applicazione delle norme è monitorata direttamente da ILO, mentre ogni Stato deve presentare rapporti periodici sulle misure adottate al riguardo.

I rapporti, inviati anche ai rappresentanti degli imprenditori e dei sindacati, vengono esaminati da una commissione indipendente apposita, formata da esperti in campo giuridico e sociale, che provvede a verificare l’effettivo rispetto delle normative.

Un sistema articolato che mira a evitare elusioni e derive pericolose, e che prova a garantire l’effettivo progresso delle condizioni di lavoro nel mondo, promuovendo i diritti umani e il benessere in azienda.

ESG Portal

Crea e pubblica la tua Dichiarazione ESG e ricevi un Rating di Sostenibilità compilando questionari basati su schemi internazionali

Informazioni e contatti

ESG Portal Benefit Corporation

Via Ippodromo, 7 - 20151 Milano, Italy

P.IVA IT11344330961

R.E.A. MI 2596349

Cap. Soc. € 100.000

Copyright © 2021 - All rights reserved